FNOPI / ATTUALITÀ / Infermieri viterbesi adottano una bimba africana

Infermieri viterbesi adottano una bimba africana

13/04/2011 - Lodevole iniziativa dell'Unità operativa di malattie infettive dell'ospedale Belcolle.

L'unità operativa di malattie infettive dell'ospedale Belcolle di Viterbo ha adottato a distanza (con ActionAid) una bambina che ha poco meno di dieci anni, che vive in un villaggio del Sudafrica, in una casa fatta di cemento e lamiere, insieme ai genitori e a due fratelli.
"La promotrice dell'iniziativa - spiega la caposala del reparto, Anna Rita Dionisi - è stata un'infermiera, Teresa Ernesti. Con lei, tutto il personale sanitario ha aderito alla raccolta fondi per raccogliere la somma necessaria per l'adozione a distanza”.
Per il prossimo anno, la piccola potrà beneficiare di un aiuto determinante alla sua formazione scolastica e alla sua assistenza sanitaria, restando nel suo Paese.
“Il nostro reparto - prosegue la Dionisi - entra in contatto con persone disagiate ogni giorno. Anche per questo abbiamo sviluppato una certa sensibilità nei confronti di quanti hanno bisogno di un aiuto concreto. Il nostro gesto vuole stimolare anche le altre unità di Belcolle ad intraprendere un percorso simile. Lo scopo è che si scateni una vera e propria gara di solidarietà che potrebbe permettere a numerosi bambini di migliorare sensibilmente il loro tenore di vita. E, conoscendo la passione che tanti colleghi portano in corsia, sono sicura che il nostro invito non cadrà nel vuoto”.

Stampa
Condividi su:

11^ Conferenza Nazionale
delle Politiche
della Professione Infermieristica
Firenze 31 maggio 2019


Sintesi e documenti dell'evento