FNOPI / ATTUALITÀ / Oms, 12 maggio 2018: “Una voce che guida: la salute è un diritto umano”

Oms, 12 maggio 2018: “Una voce che guida: la salute è un diritto umano”

Oms, 12 maggio 2018: “Una voce che guida: la salute è un diritto umano”

10/05/2018 - La Giornata internazionale degli infermieri 2018 ha come tema assegnato dall’Oms che opera in stretto contatto con Icn, il Consiglio Internazionale degli infermieri: “Una voce che guida: la salute è un diritto umano”. Gestita da infermieri e leader infermieristica a livello internazionale

La Giornata internazionale degli infermieri 2018 ha come tema assegnato dall’Oms che opera in stretto contatto con Icn, il Consiglio Internazionale degli infermieri: “Una voce che guida: la salute è un diritto umano”. Gestita da infermieri e leader infermieristica a livello internazionale, ICN lavora per garantire assistenza infermieristica di qualità per tutti e politiche sanitarie sane a livello globale.

L’Oms sottolinea che infermieri e ostetriche costituiscono la maggior parte della forza lavoro sanitaria nella maggior parte dei paesi. Forniscono servizi di base a tutti i livelli del sistema sanitario e in tutto il continuum di assistenza per promuovere la salute, migliorare la cura del paziente, l'erogazione dei servizi e gli esiti di salute. Molti paesi continuano a  soffrire carenze di personale infermieristico, distribuzione  inadeguata delle capacità e squilibri di mix di competenze.

Infermieri e ostetriche rappresentano quasi il 50% della forza lavoro sanitaria. Dei 43,5 milioni di operatori sanitari nel mondo, si stima che 20,7 milioni siano infermiere e ostetriche, ma il 50% degli Stati membri dell'Oms, secondo l'Osservatorio mondiale della salute 2017.,  riferisce di avere meno di 3 unità di personale per 1.000 abitanti (circa il 25% riferisce di avere meno di 1 per 1.000),

L'Oms sostiene gli Stati membri nei loro sforzi per fornire servizi sanitari di alta qualità e universalmente accessibili attraverso le seguenti azioni:

• sostenere lo sviluppo, l'implementazione e la valutazione dei modelli di pratica infermieristica per soddisfare le mutevoli esigenze di salute della popolazione;

• fornire assistenza tecnica e azioni di facilitazione per migliorare la qualità e la pertinenza dell'istruzione infermieristica;

• costruire le capacità di ricerca degli infermieri per contribuire alla base di prove per la pratica;

• rafforzare le  abilità infermieristiche per influenzare lo sviluppo delle politiche e della regolamentazione per fornire cure sicure di alta qualità;

• sviluppare e sostenere partenariati per sostenere il rafforzamento dei sistemi sanitari, in particolare i servizi infermieristici e ostetrici, attraverso il patrocinio, il rafforzamento delle capacità su problemi sanitari prioritari e la generazione e la diffusione della conoscenza.

L’Oms sottolinea anche che la forza lavoro sanitaria è spesso la spesa più grande all'interno di un sistema sanitario, ma è anche una delle determinanti critiche delle prestazioni del sistema sanitario di successo.

Sebbene siano stati compiuti progressi in numerosi paesi, la costante attuazione delle politiche e dei piani delle risorse umane per la salute (UHH) impone un forte impegno politico e importanti investimenti finanziari per sostenere la crescita della forza lavoro in settori chiave.

Gli infermieri con competenze avanzate servono a soddisfare i bisogni di salute delle popolazioni disperse, remote e isolate nelle piccole comunità insulari del Pacifico dove la carenza di medici è forte.

L'Oms sostiene gli Stati membri nei loro sforzi per fornire servizi sanitari di alta qualità e universalmente accessibili, per migliorare i risultati sanitari e per progredire nel raggiungimento di obiettivi sanitari globali come gli “Obiettivi di sviluppo del Millennio”, devono: fornire indicatori, strumenti e sistemi di gestione delle informazioni uniformi per assemblare dati e prove per il monitoraggio dei livelli di risorse infermieristiche e ostetriche, migliorando le proiezioni della domanda e le previsioni di perdita; e ottimizzare la gestione del posto di lavoro; coordinare le azioni per migliorare le  condizioni di docenza e la qualità  della formazione infermieristica per soddisfare le mutevoli esigenze dei consumatori e dei servizi; rafforzare la base di  competenze degli infermieri attraverso la pianificazione del programma e la definizione delle politiche, l'attuazione e la valutazione a tutti i livelli; fornire una guida tecnica per l'attuazione di quadri normativi, modelli di competenze, modelli di cura e processi che garantiscano la sicurezza  delle persone assistere sostengano l'uso efficace ed efficiente di infermieri;

rafforzare e sostenere le partnership e le alleanze per generare risorse, costruire capacità e supportare lo sviluppo infermieristico per il funzionamento del sistema sanitario rafforzato e l'erogazione dei servizi attraverso il continuum delle cure.

La Risoluzione 64.7 (2011) dell'Assemblea Mondiale della Sanità richiedeva azioni per ottimizzare i contributi di infermieri e ostetriche nell'attuazione delle politiche sanitarie nazionali e nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo relativi alla salute concordati a livello internazionale, compresi quelli contenuti nella Dichiarazione Oms del Millennio.

Insieme alla “Strategia globale sulle risorse umane per la salute: forza lavoro 2030”, le indicazioni strategiche globali per il rafforzamento dell'assistenza infermieristica e ostetrica 2016-2020 forniscono una solida risposta strategica dell'Oms. La collaborazione con le principali parti interessate contribuirà a fornire la visione generale del raggiungimento della copertura sanitaria universale e degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Le direzioni strategiche globali sono organizzate in base alle seguenti quattro aree tematiche:

• garantire una forza lavoro infermieristica e ostetrica  adeguatamente formata, competente e motivata all'interno di sistemi sanitari efficaci e reattivi a tutti i livelli e in contesti diversi;

• ottimizzazione dello sviluppo delle politiche, leadership, gestione e governance efficaci;

• lavorare insieme per massimizzare le capacità e le potenzialità degli infermieri e delle ostetriche attraverso collaborazioni intra e interprofessionali, formazione e sviluppo professionale continuo;

• mobilitare la volontà politica a investire nella costruzione di uno sviluppo infermieristico e ostetrico efficace basato sull'evidenza.

Attraverso una serie di principi guida, gli interventi strategici nell'ambito delle diverse aree tematiche descritte sono delineati all'attuazione a livello nazionale, regionale e globale.

  

Azione etica

Pianificare, fornire e sostenere servizi sanitari sicuri e di elevata qualità basati su equità, integrità, correttezza e pratica, nel contesto della parità di genere e dei diritti umani.

Rilevanza

Sviluppo di programmi di formazione infermieristica e ostetrica, ricerca, servizi e sistemi guidato da bisogni di salute, prove e priorità strategiche.

Proprietà

Adottare un approccio flessibile che garantisca gestione e leadership efficaci, rafforzamento delle capacità, meccanismi di responsabilità, coinvolgimento di tutti i beneficiari in tutti gli aspetti della collaborazione.

Associazione

Lavorare insieme su obiettivi comuni, agendo in collaborazione con parti interessate e sostenendosi a vicenda.

Qualità

Adottare meccanismi e standard basati su prove di efficacia per le buone pratiche che promuovono i formazione e ricerca pertinenti, pratica competente, regolamentazione professionale efficace e dinamica di comando.

La forza lavoro infermieristica contribuisce ai miglioramenti della salute, come aumento della soddisfazione del paziente, diminuzione della morbilità e mortalità del paziente, stabilizzazione dei sistemi finanziari attraverso minori riammissioni ospedaliere, durata del la degenza e altre condizioni relative all'ospedale, comprese le infezioni correlate all'assistenza

Infermieri e ostetriche di solito agiscono come primi soccorritori in complesse crisi umanitarie e maxy emergenze ; protettori e difensori della comunità; comunicatori e coordinatori all'interno delle squadre.

Forniscono servizi in un'ampia gamma di necessità, anche in popolazioni svantaggiate: interventi e decisioni informate nel trattamento dell'HIV, della tubercolosi e di altre condizioni croniche hanno stimolato una migliore aderenza del paziente al trattamento e ridotti tempi di attesa.

Richieste infermieristiche e ostetriche persistenti richiedono strategie e azioni innovative e trasformative.

Vi è un continuo bisogno di una formazione infermieristica di qualità e di professionisti competenti. Rispondere a scelte di vita non salutari, riduzione del fattore di rischio e fornitura di un'ampia gamma di  interventi in varie condizioni, sono fondamentali per affrontare problemi naturali, disastri e infezioni e malattie emergenti e riemergenti, comprese le malattie non trasmissibili.

I governi e le parti interessate dovrebbero assicurarsi che la forza lavoro infermieristica e ostetrica sia adeguatamente preparata e abilitata a praticare a pieno titolo.

I progressi della tecnologia possono supportare i risultati trasformazionali di sicurezza, approccio integrato e alta qualità, basati sulla conoscenza, basato sull'evidenza e sull'educazione.

In futuro gli approcci dovrebbero abbracciare l'istruzione interprofessionale e la pratica collaborativa, come è stato notato nella risoluzione WHA64.7 (2011) sul Rafforzamento dell'assistenza infermieristica e ostetrica, per la quale era imperativo l’aumento della disponibilità e capacità crescenti delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Ottimizzazione della leadership, rafforzando la responsabilità e la governance, e mobilitando la volontà politica per l'infermieristica è fondamentale per l’effettivo contributo agli obiettivi di sviluppo sostenibile e per la copertura sanitaria universale.

Stampa
Condividi su:
Iscriviti alla Newsletter

10^ Conferenza Nazionale
delle Politiche
della Professione Infermieristica
Bologna 22 giugno 2018


Sintesi e documenti dell'evento