FNOPI / ATTUALITÀ / On line raccomandazioni e documento di consenso su cure palliative nel grande anziano

On line raccomandazioni e documento di consenso su cure palliative nel grande anziano

On line raccomandazioni e documento di consenso su cure palliative nel grande anziano

07/01/2019 - Ultimati i lavori del Comitato Tecnico Scientifico, promosso dall'associazione APRIRE e coordinato dall’infermiera Ermellina Zanetti, sulla base delle indicazioni disposte disposte nella conferenza tenutasi il 24 ottobre scorso, alla quale ha partecipato attivamente la Fnopi.

Da oggi è resa pubblica la versione finale delle Raccomandazioni e del Documento di Consenso sulle Cure Palliative nel Grande Anziano a domicilio, nelle residenze e in hospice, redatta dal Comitato Tecnico Scientifico, coordinato dall’infermiera Ermellina Zanetti (Università degli Studi “Tor Vergata”), sulla base delle indicazioni disposte dal Panel Giuria nella conferenza tenutasi a Roma il 24 ottobre scorso, alla quale ha partecipato attivamente la Fnopi.

I documenti sono anche consultabili sul sito web dell'Associazione Assistenza Primaria In Rete APRIRE e in allegato su questa pagina.

L'articolato percorso cha ha portato alle Raccomandazioni del Documento di Consenso è stato promosso da APRIRE con con il supporto della Fondazioni Guido Berlucchi, Fondazione Floriani e ENPAM, con il coinvolgimento dei Presidenti e di Referenti delle Federazioni Nazionali degli Ordini Professionali dei Medici e degli Infermieri, del Consiglio Nazionale degli Psicologi, dell'Istituto Superiore di Sanità, delle Società Scientifiche dei Medici di Famiglia (SIMG), dei Geriatri (AGE, AIP, SIGG, e SIGOT), delle Cure Palliative (SICP) e del Centro di Ricerca per l'Etica Clinica - Università delI'Insubria - Varese.

Un contributo, quello della professione infermieristica, decisivo nel ridefinire i bisogni di cura e assistenza secondo i principi della medicina palliativa, per meglio indirizzare le scelte terapeutiche, diagnostiche e assistenziali.
Nelle persone anziane e molto anziane, che vivono a casa o nelle strutture residenziali, affette da comorbilità, da disabilità funzionale o cognitiva, per lo più con le caratteristiche della disabilità progressiva, è infatti difficile identificare coloro che hanno una ridotta speranza di vita e ciò implica una una mancata ridefinizione dei bisogni di cura e assistenza secondo i principi della medicina palliativa.

Stampa
Condividi su:

10^ Conferenza Nazionale
delle Politiche
della Professione Infermieristica
Bologna 22 giugno 2018


Sintesi e documenti dell'evento