FNOPI / Formazione e Ricerca / Rivista L'Infermiere / Rivista L'Infermiere N°3 - 2016 / Complessità assistenziale: un metodo per orientarsi - Rivista l'Infermiere N°3
SCAFFALE

Complessità assistenziale: un metodo per orientarsi



Giuseppe Marmo, Monica Molinar Min, Aldo Montanaro, Paola Rossetto
Maggioli editore
pagine 160, euro 19,00

Complessità assistenziale: un metodo per orientarsi

Il termine complessità è usato frequentemente nell'ambito sanitario per descrivere fenomeni in ambito organizzativo e in ambito assistenziale.

La necessità di tracciare i processi e di saperli misurare, declinare in maniera oggettiva la complessità della persona assistita grazie alla pianificazione assistenziale e determinare la quali quantità di risorse professionali necessarie per erogare cure pertinenti efficaci ed efficienti è la sfida attuale dei professionisti sanitari.

Spiegare nel modo più comprensibile possibile i principi della complessità ed evidenziare come essi possono essere declinati nell’assistenza infermieristica è la proposta che il libro presenta al lettore, il quale avrà anche modo di confrontarsi con un metodo per “leggere” la complessità delle persone assistite: il MAP (Metodo Assistenziale Professionalizzante).

Questo testo propone un metodo che permette una riflessione scientifica per classificare le condizioni delle persone assistite, per misurare i carichi di lavoro e per determinare di conseguenza il numero di operatori necessari all'interno delle organizzazioni sanitarie.

Stampa
Condividi su:
Rivista l'Infermiere