FNOPI / UNIVERSITÀ / Master / Offerta formativa / Infermiere di Famiglia e di comunità

Infermiere di Famiglia e di comunità



Cerca testo:    Anno:    Tipo di master:


Trovati un totale di 232 risultati

Torna indietro

Anno Accademico   2016-2017
Ateneo   UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA
Informazioni  

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica
Master universitario di I livello in Infermiere di Famiglia e di comunità
Segreteria organizzativa presso Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia - Dr.ssa Piera Bergomi
Tel.: 3357360517 e-mail: piera.bergomi@unipv.it
web: http://medint.unipv.eu/site/home/didattica.html

Master   Infermiere di Famiglia e di comunità
Obiettivi didattici  

Il Master ha lo scopo di formare infermieri specialisti secondo quanto esplicitato dalla legge 43 del 1 febbraio 2006 punto c e dalla bozza relativa alle definizione delle competenze del febbraio 2013 relativa all’area delle Cure Primarie, Servizi Territoriali e Distrettuali.
Si tratta di un corso di formazione avanzata per l’acquisizione di competenze specifiche in merito al continuum assistenziale, compresa la promozione della salute, la prevenzione della malattia, la riabilitazione e l’assistenza infermieristica a tutte le persone della comunità, sia che vivano con altri in una casa sia che si tratti di persone senza dimora e/o in qualche modo emarginate.
L’obiettivo formativo del Master è costruire una figura professionale che supporta le attività territoriali di educazione sanitaria. L’infermiere di famiglia gioca un ruolo importante nel potenziamento delle comunità e nel lavoro congiunto con queste per incrementarne le risorse e i potenziali perché queste riescano a trovare soluzioni proprie ai loro problemi di salute.
L’Infermiere di famiglia avrà un ruolo fondamentale lungo tutto l’iter assistenziale che andrà dalla promozione della salute alla prevenzione della malattia, dalla riabilitazione all’assistenza dei malati terminali e non. Lavorerà nelle "Associazioni funzionali territoriali", ambulatori integrati dove medici di famiglia, ma anche guardia medica, specialisti e infermieri, lavoreranno insieme tutti i giorni dalle 8 alle 24.In termini pratici la figura finale sarà un infermiere territoriale dipendente o autonomo per le prestazioni, collegato o indipendente dagli studi dei medici di Famiglia, secondo le necessità delle specifiche realtà territoriali.
Il personale che ottiene il diploma con questo Master potrà effettuare attività presso studi medici, studi pubblici delle Aziende Sanitarie o ambulatori privati gestendo in modo diretto i problemi di pazienti e caregiver e coordinando il percorso diagnostico, terapeutico, socio-sanitario dei pazienti con cui viene in contatto. Tale figura non presente in forma esplicita in Lombardia, è già presente in altre Regioni quali Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lazio. In particolare gli sbocchi saranno entro i termini previsti dall’ACCORDO STATO REGIONI DEL 2013, “Area cure primarie/Infermiere di Famiglia e di Comunità” o 'Area cure primarie-servizi territoriali/distrettuali'” e della Legge n.23 Regione Lombardia 11 agosto 2015.
Il bacino di utenza può coinvolgere tutti gli infermieri che desiderano andare a lavorare in strutture territoriali che operino in diversi ambienti.

Durata  
Sede  
Iscrizioni  
Condividi su:

11^ Conferenza Nazionale
delle Politiche
della Professione Infermieristica
Firenze 31 maggio 2019


Sintesi e documenti dell'evento